Skip to main content

Nella pratica quotidiana di un personal trainer è probabile che ci si presentino persone che soffrono di sciatica, formicolii lungo il braccio o in generale dolore ai nervi.

Non sai dove mettere le mani?

Hai paura di peggiorare la situazione?

Don’t panic! Perchè in questo articolo ti spiegherò le basi del dolore nervoso e come potrai migliorare la condizione del tuo cliente che si trova in questa condizione.

Giustamente una domanda che ti potrai fare ora è: “ma che diavolo mi importa dei nervi, io lavoro con i muscoli!”

Seguimi per un attimo:

Quando vogliamo migliorare la nostra mobilità spesso si pensa a muscoli tesi o articolazioni rigide.

Ora dimmi la verità, quando fai stretching o esercizi di mobilità pensi anche ai nervi che passano tra i muscoli o introno a quelle articolazioni?

dolore ai nervi

Infatti nel 99,9% dei casi ci si dimentica di questa parte molto importante, ovvero il nostro sistema nervoso periferico (SNP).

Dolore ai nervi e Neurodinamica: che cosa diavolo è?

Con il termine “Neurodinamica” si intende quell’insieme di tecniche di mobilizzazione che agiscono direttamente sui nervi del corpo, grazie alla loro possibilità di muoversi e di scorrere nei loro canali.

Il sistema nervoso infatti è una struttura unica costituita da due sistemi:

  • centrale costituito dal cervello e il midollo spinale
  • periferico che si divide a sua volta in somatico (contiene nervi periferici che portano varie sensazioni dal nostro corpo fino al nostro cervello) e autonomo (funziona “automaticamente”, senza sforzi coscienti da parte degli esseri umani e diviso in ortosimpatico e parasimpatico).

I nervi periferici attraversano e scorrono a stretto contatto con tutte le altre strutture del nostro corpo (muscoli, articolazioni, prominenze ossee…).

Per questo motivo esiste quindi la possibilità che, in presenza di rigidità dei tessuti, cicatrici o alterazioni del ROM, i nervi restino intrappolati o incontrino difficoltà nel loro normale scorrimento irritandosi.

Ora se sei arrivato/a a questo punto ti potrai chiedere “ma come cavolo faccio a capire se è un nervo o altro che causa questo dolore?”

Dolore ai nervi: quali sono i sintomi dell’irritazione del nervo?

Per capire da dove può provenire il dolore nel corpo si pognono spesso domande per ottenere informazioni più specifiche. 

Per esempio:

  • un dolore sordo e noioso spesso descrive il dolore derivante da un osso
  • una sensazione di spasmi/contrazioni può derivare da un’origine muscolare. 

Spesso può essere difficile per qualcuno descrivere veramente il proprio dolore; tuttavia, tutte le informazioni che possono essere raccolte sono utili per determinare una diagnosi e un piano di trattamento ottimali.

Riguardo il dolore nervoso i sintomi possono essere:

  • dolore
  • bruciore
  • intropidimento o formicolio
  • pesantezza all’arto interessato
  • deficit di forza

Dolore ai nervi: quali possono essere le cause varie di dolore nervoso?

L’intrappolamento del nervo tra i muscoli è una delle cause più comuni, ciononostante non possiamo non considerare altre cause.

Ma quali possono essere?

  • Scarso apporto di sangue al nostro sistema nervoso
  • Dolore dell’arto fantasma : questo dolore è residuo dopo un’amputazione
  • Neuropatia periferica: un tipo di dolore comune negli alcolisti cronici o chi ha il diabete
  • Lesioni al sistema nervoso: per esempio un trauma cranico, una lesione da trazione o una ferita da arma da fuoco
  • Carenze vitaminiche: in particolare B12 o B1

Dolore ai nervi: come posso alleviare il dolore ai nervi?

Allora, adesso apri bene le orecchie e mettiti in testa questo:

Ai nostri nervi piacciono 3 cose:  sangue, movimento e spazio . Se tu li privi di uno o più di questi, si arrabbiano! 

Per questo motivo dobbiamo assicurarci che i nostri nervi scorrano in modo coerente tra i ventri uscolari per dare loro ciò che vogliono. 

Un ottimo modo per farlo? E’ eseguire la neurodinamica.

Intorpidimento e formicolio derivano dall’irritazione di un nervo, che è spesso dovuto a una scarsa irrorazione sanguigna o pizzicamento su un particolare nervo. 

Se mobilizzi il sistema nervoso renderai il tuo corpo (o quello del tuo cliente) più a suo agio con i movimenti nervosi e fornirai anche nutrimento al tuo (o suo) sistema nervoso. 

Ma attenzione, ci sono alcune cose che puoi fare e non fare

Infatti ricorda che quando un nervo è caldo e irritato, l’ultima cosa che devi fare è aggravarlo di più!

CI sono due tecniche nella neurodinamica:

  • tensioner: due articolazioni si muovono ed  entrambe le articolazioni creano tensione su quel nervo , allungandolo al massimo. Questo è meglio in situazioni in cui il nervo si è calmato (quindi in fasi non acute o subacute) e stai cercando di migliorare la mobilità
  • sliders: durante una tecnica di scorrimento, due articolazioni si muovono, una crea tensione su un nervo, mentre l’altra articolazione allevia quel nervo di tensione . Questa tecnica di scorrimento è ottima da usare nei casi acuti, quando un nervo è ancora irritato, ma vuoi comunque fornirgli mobilità, spazio e flusso sanguigno!

Dolore ai nervi: in conclusione

Il dolore ai nervi può essere dovuto a molte ragioni diverse. 

Come altri aspetti del nostro corpo, anche i nervi hanno bisogno di muoversi! 

Quando lavori sulla neurodinamica, assicurati sempre di ascoltare il corpo, sarà lui a seguirti durante il processo. 

Ricordati inoltre che l’ultima cosa che vuoi fare è irritare ulteriormente un nervo caldo e infastidito. 

Inoltre, sii paziente; questo fattore spesso è difficile, perchè desideriamo risultati immediati. Tuttavia, il dolore ai nervi può richiedere del tempo per riprendersi completamente. 

Desideri formarti per diventare un Personal Trainer esperto anche nell’ambito del Recovery Post-Clinico, così da poter lavorare con una nuova fetta di mercato, differente dal solito obiettivo di Dimagrimento e Ipertrofia?

Pilates Matwork
Corso personal trainer
fitness specialist

lascia un commento