Skip to main content

Hai mai sentito parlare del cavismo del piede? Se si, ma non ti sei mai chiesto cosa sia sei nel posto giusto. Scopri la guida completa per conoscere il piede cavo.

Il piede cosiddetto cavo è una malformazione anatomica a carico dell’arco mediale del piede, il quale risulta accentuato, l’esatto opposto del piede piatto, nel quale si osserva un parziale o totale cedimento del medesimo arco.

Seppur la zona interessata sia la medesima ognuno dei due può comportare differenti complicazioni, soprattutto nello sport.

Infatti, la presenza di un piede cavo comporta un appoggio al suolo diverso da come normalmente sarebbe, questo alla lunga può far scaturire diversi problemi di natura posturale o traumatica, sia a carico del piede che ad altri apparati.

Il piede cavo il più delle volte risulta essere asintomatico, pertanto chi ne è affetto può non accorgersene o notarlo solo durante check specifici.

Nel caso in cui invece si presentino dei sintomi i più comuni sono i seguenti:

  • Dolore al/ai piede/i
  • Dolore alla caviglia
  • Instabilità di caviglia
  • Dita a martello o a uncino

A seconda della gravità del cavismo si opterà per un intervento conservativo o chirurgico.

Cause di piede cavo

Spesso e volentieri diventa difficile individuare con facilità la causa alla base del piede cavo, questo perché la sua eziologia è multifattoriale e può essere confuso con problematiche simili.

Come già detto può anche essere totalmente asintomatico e quindi essere scoperto quasi per caso durante controlli di altra natura.

Comunque sia una serie di possibili cause alla base dello sviluppo del piede cavo sono:

  1. Patologie neurologiche
  2. Atassia di Friedreich
  3. Tumori al cervello
  4. Traumi spinali
  • Traumi diretti o indiretti a carico di piede o caviglia
  • Lesioni tendinee come rottura del tendine di Achille
  • Artrite reumatoide
  • Eccessivo utilizzo di calzature inadeguate

Complicazioni

In determinate circostanze il piede cavo può dare luogo a molteplici algie a carico della gamba o anche a distretti lontani, la possibilità che questi eventi si verifichino aumenta nel caso in cui il portatore faccia sport.

Attività sportive che implicano un elevato utilizzo del piede come il podismo, la maratona ecc. possono compromettere la salute dell’arto.

In questi casi un frequente utilizzo del piede in condizioni specifiche e di over use faranno si che si verifichino peggioramenti e problemi sempre maggiori.

Questo ovviamente non vuole dire che chi presenta un piede cavo non deve fare lo sport che preferisce, semplicemente indica che questa persona dovrà essere più accorta di altre nella scelta delle calzature e del percorso.

piede piatto

Terapia conservativa del piede cavo

Per terapia conservativa si intendono tutti quegli interventi atti a tenere la condizione sotto controllo e far si che non peggiori, probabilmente la cura sarà un palliativo atto semplicemente ad alleviare la sintomatologia e far si che il quadro non peggiori.

In presenza di piede cavo non patologico o che non richiede un intervento chirurgico i possibili interventi rientrano nei seguenti:

  • Utilizzo di ortesi plantari o rialzi da inserire nelle scarpe
  • Esercizio di stretching e/o di potenziamento 
  • Somministrazione di FANS a necessità
  • Sedute di massoterapia o fisioterapia
  • Riposo dalle attività sportive o stressanti per il piede

Vorresti diventare un esperto nel trattamento delle problematiche articolari e approfondire la guida al piede cavo?

Clicca qui sotto, e scopri il corso per diventare un Personal Trainer di Elite Recovery Specialist !!!

Pilates Matwork
Corso personal trainer
fitness specialist

lascia un commento

Avvia Chat Whatsapp
💬 Serve aiuto?
Ciao! 👋
Sono Alessandro di Wepa Science. Se hai bisogno di aiuto clicca qui e parliamo su whatsapp.