Skip to main content

La sarcopenia è la perdita progressiva di massa muscolare che si associa a diminuzione della forza si tratta di un processo fisiologico legato all’invecchiamento cellulare che pertanto è inevitabile.

Pur essendo tale si deve cercare di rallentare il processo ed evitare di incorrere in problemi precoci, questo termine deriva dal greco, dalle parole “sarx” e “penia” le quali significano “carne” e “povertà”.

Vuole quindi significare appunto la perdita di tessuto funzionale ossia di muscolo.

I processi che portano alla sarcopenia iniziano intorno ai 40-50 anni di età, inizialmente con un ritmo lento, dai 60 anni in poi il ritmo si velocizza e la degenerazione avanza più sostenuta.

Ciò determina una progressiva atrofia muscolare che compromette la qualità e quantità del tessuto muscolare attivo i sintomi sono differenti in base all’evoluzione e colpisce entrambi i sessi con lievi differenze inter individuali.

Cause di sarcopenia

Negli anni diverse teorie hanno cercato di dare spiegazione a questo fenomeno abbastanza diffuso.

Tre di queste risultano essere le più accreditate:

  1. Diminuzione delle cellule satellite
  2. Riduzione dei segnali anabolici
  3. Proteine ossidate

Le cellule satellite sono delle cellule che poggiano sulle fibre muscolari, e ne mantengono la funzione, esse sono implicate anche nei processi che portano all’ipertrofia.

Secondo questa teoria l’invecchiamento inibisce queste cellule che interrompono la loro funzione e portano alla sarcopenia.

I segnali anabolici sono responsabili dell’invio di ormoni nei tessuti, i due principali sono il GH e il testosterone, con l’avanzare dell’età questi ormoni sono sempre meno presenti in circolo e possono compromettere la funzione muscolare.

A seguito dell’invecchiamento nel nostro corpo vi è una crescente quantità di cellule ossidate, secondo l’ultima teoria l’evoluzione della sarcopenia dipenderebbe da un eccessivo accumulo di proteine ossidate.

Che non potendo essere gestite dall’organismo inibiscono le funzioni muscolari.

Sintomi e complicazioni della sarcopenia

Questa patologia determina: 

  • Atrofia muscolare, ossia la riduzione del volume e della funzionalità
  • Peggioramento della qualità del tessuto muscolare

Per peggioramento si intende che il tessuto muscolare non funzionante viene sostituito da tessuto adiposo, il metabolismo rallenta favorendo l’accumulo di tessuti di scarto.

Le cellule degenerano molto più velocemente e la muscolatura diventa mano a mano più fragile.

I sintomi più comuni sono i seguenti:

  • Costante senso di debolezza
  • Riduzione della resistenza
  • Scarso equilibrio e aumento delle cadute
  • Movimenti rallentati
  • Difficoltà nello svolgere attività quotidiane
sarcopenia

Come si contrasta la sarcopenia?

Ad oggi non esistono terapie farmacologiche in grado di prevenire la sarcopenia, tuttavia ci sono due punti determinanti per la sua prevenzione e trattamento.

Questi sono largamente conosciuti e discussi, stiamo parlando dell’attività fisica e dell’alimentazione.

In particolare l’esercizio fisico risulta essere parte fondamentale per la prevenzione e il trattamento di questa algia, questo dovrebbe essere strutturato in modo da prevedere diversi cicli di allenamento da proporre alla persona.

In modo da tenerla costantemente in allenamento e rallentare i processi di degenerazione fisiologici, è importante sottolineare che la sarcopenia è una patologia a tutti gli effetti.

Pertanto prima di proporre un ciclo di allenamento è bene indirizzare il nostro assistito da uno specialista.

Vuoi conoscere tutti i segreti della prevenzione attraverso l’allenamento?

Clicca qui sotto, e scopri il corso per diventare Personal Trainer di Elite !!!

Pilates Matwork
Corso personal trainer
fitness specialist

lascia un commento

Avvia Chat Whatsapp
💬 Serve aiuto?
Ciao! 👋
Sono Alessandro di Wepa Science. Se hai bisogno di aiuto clicca qui e parliamo su whatsapp.